Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Hermetic Brotherhood Of Lux-Or 'Sex And Dead Cities'

(Boring Machines 2019)

Torna a farsi sentire più forte del cupo urto del mare la cellula HBOL.
MSMiroslaw e Laura Dem, tra sacri teschi di cavallo trattati e amplificati, percussioni, sfiati, synths, bassi oltre l'ematoma e pulviscolo vocal/rituale in sospensione, ci aggiornano, su come il panorama circostante non sia affatto mutato se non in peggio.
La formula del duo, avvince, stringe, frattura, stride e induce in riflessione come poche altre (lo sostengo dai tempi di “Umungus Fungus” senza batter ciglio), e “Sex And Dead Cities”, procede nell'opera d'osservazione perimetrale senza filtri, che a questo giro, dopo “Anacalypsis” del 2016 (sempre su Boring) e l'intermezzo di visionaria mistica gutturale che era “Chants Funebrés Pour AHYHW” del solo MSMiroslaw, svampa in questi cinque movimenti di fiera e romantica propulsione, come feroci Swans di un tempo o Coil piegati nel bitume, o, in qualche angolo umido e rugginoso, residuo di Tasaday pensiero e sua messa in pratica potenziata, ma, questi, son sol spettri e suggestioni fugaci.
Chiara e nitida come brina, la capacità di resa tattile del degrado che ci affossa.
Loro come Noi.
Vecchi magazzini abbandonati e fatiscenti, strutture agricole e macchinari in disuso sommersi nell'erba, ectoplasmi in chiacchiericcio smunto oltre i vetri dei bar, cocce, bucce e scorie in risacca, canti passati di generazione in generazione e strutture di pietra arcaiche dietro cui il sole scompare.
Da Macomer e ben oltre.
Non c'è un cazzo da ridere.

Aggiunto: February 3rd 2020
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Boring Machines Bandcamp Page
Hits: 111
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest