Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Simone Piva e i Viola Velluto ‘Fabbriche polvere e un campanile nel mezzo’

(TOKS Records/Music Force/Egea Music 2019)

Dopo una Intro morriconian-leoniana, “ Fabbriche polvere e un campanile nel mezzo” di Simone Piva e i Viola Velluto si attesta su una medietà sperimentata tra la via Emilia allargata e il West (anche se il progetto è friulano; statunitensi soprattutto le chitarre varie degli ospiti Tony Longheli e Michele Pirona), oscillando dal Max Pezzali polveroso e spaghettone (La battaglia infuria, appunto Sergio Leone) al Ligabue mariachi e in salute creativa (Da dove vengo, Cani sciolti).
È una musica vecchia e accorata (fin commovente: Imprevisti) quella che propongono l’autore, cantante e chitarrista Piva e i suoi sodali violacei ‒ il trombettista Federico Mansutti, il contrabbassista Luca Zuliani, il percussionista Alan Liberale, il tastierista Francesco Imbriaco ‒ con onestà e fede, c’è da dire (Questa estate).
Nonostante tutto, decenti.

Aggiunto: November 10th 2019
Recensore: Marco Fiori
Voto:
Link Correlati: Simone Piva e i Viola Velluto Facebook Page
Hits: 123
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest