Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Merzbow, Keiji Haino, Balazs Pandi ‘Become The Discovered, Not The Discoverer’

(RareNoise Records/Goodfellas 2019)

Dopo “An Untroublesome Defencelessness” del 2016, il trio composto dalla leggenda del noise giapponese Merzbow (Masami Akita), dal connazionale Keiji Haino e dal batterista ungherese Balazs Pandi, pubblica un secondo travolgente e sconvolgente lavoro.
I tre artisti, che hanno già collaborato in altri progetti musicali, ma non tutti insieme, anche in quest’occasione si sono lasciati andare alla pura improvvisazione, utilizzando un approccio jazz al 100% e per il quale non è stato ritenuto opportuno aggiungere nulla in fase di post-produzione. Della serie: buona la prima!
Composto da quattro lunghe e ininterrotte suite, questo lavoro ha una miriade di archi da sparare.
Il primo brano, Become The Discovered, Not The Discoverer I ha sonorità composite, ovviamente molta sperimentazione, con improvvisazioni spezzettate, un sound in crescendo e una batteria che tira, mentre gli altri due sembra che scappino.
Become The Discovered, Not The Discoverer II è quasi un unico flusso sperimentale in cui vengono miscelati noises, psichedelia, metal e sprazzi di jazz-rock.
I want to learn how to feel everything in each single breath I parte in modo abbastanza scandito, ma poi si intensifica la tensione, a seguire momenti in cui vi sono rallentamenti, fraseggi e il sound che torna a crescere.
I want to learn how to feel everything in each single breath II, il brano più lungo, è un flusso psichedelico tiratissimo che progredisce verso sonorità tanto spaziali quanto terrene.
Quando ci si lascia andare all’istinto musicale il sound non può non rivelarsi coinvolgente!

Aggiunto: October 25th 2019
Recensore: Vittorio Lannutti
Voto:
Link Correlati: Rarenoise Records Home Page
Hits: 183
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest