Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Bibi Ahmed ‘Adghah’

(Sounds of Subterrania/5ive Roses Press 2019)

Nigerino come Bombino e tuareg come i Tinariwen, già leader del collettivo tishoumaren Group Inerane, Bibi Ahmed, originario di Agadez, ha vissuto sulla propria pelle la repressione e la ghettizzazione a causa delle suo origine etnica, perpetrata dai governi malese e nigerino.
‘Adghah’ è il suo disco d’esordio, in solitaria, nel quale sono presenti tanti aspetti delle origini del sound dell’Africa centro-occidentale, ma non solo. In altre parole si tratta di quel blues africano, molto variegato e con quelle nenie circolari che provengono da Alì Farka Tourè e che sono giunte alle nostre orecchie attraverso tanti altri artisti e gruppi, grazie ai quali abbiamo scoperto ‘una nuova America del blues e del rock’.
In questo lavoro Bibi Ahmed si esprime con una miscela i cui ingredienti sono blues, folk tuareg, arie orientali, tishoumaren, immergendoci sempre nelle atmosfere placide africane.
Ahmed si lasica andare al più classico sound tuareg/maliano nelle evoluzioni di Sef-Afrika, brano che fa il paio con I Fitalan e con Marhaba, nelle quali l’approccio chitarristico evoca quello di Bombino, tanto quanto in Tel kal tidit.
Affascina poi l’aria che è riuscito a creare in La louma, tanto tribale, quanto arabeggiante. Tuttavia, è con Tamitin Janette, che il musicista nigerino esprime nel modo più esplicito la sua passione per il blues, dato l’alto tasso di malinconia che vi esprime.
‘Adghah’ è l’ennesimo fondamentale capitolo della grande storia musicale africana.

Aggiunto: October 7th 2019
Recensore: Vittorio Lannutti
Voto:
Link Correlati: Bibi Ahmed Facebook Page
Hits: 86
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest