Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Makhno ‘Leaking works’

(Brigadisco Records/Wallace Records/Il Verso del Cinghiale Records/Neon Paralleli/Villa Inferno/Hysm? 2018)

Makhno è lo pseudonimo anarchico di Paolo Cantù, membro fondatore di band che negli ultimi trent’anni hanno segnato la storia della musica underground italiana (TasadayAfterhours, Six Minute War Madness, A Short Apnea, Uncode Duello). In questo one man show fa tutto, o quasi tutto, anarchicamente, lui: chitarre (spesso distortissime), basso, batteria, voci, drum machine, clarinetto, keyboards, nastri, elettronica, registrazione e mixaggio (anche se diversi cantanti collaborano ad alcuni dei brani). Affondando le su radici tra i Negazione e i Depeche Mode (almeno io ce li sento), l’espressività nichilistica, irridente e del tutto disincantata dei suoni-rumori delle otto tracce del disco si muove si rifà a elementi di techno, dark, punk, post-rock, noise ed elettronica industriale. La musica, così come le parole intenzionalmente velenose, è spesso violenta, arrabbiata, furiosa, spietata, ossessiva, a volte ipnotica. Musica mai calma, anche nei momenti meno brutali (come in Sunday Clouds: è proprio nelle voci tetre che a un certo punto compaiono in questo brano che riecheggiano i Depeche, che ritrovo anche in Attese). Musica da centro sociale occupatissimo con pogo esplosivo; oppure da ascolto silenzioso e assente, contemplativo, assorbito negli apocalittici e disillusi scenari suggeriti (anche da titoli come La Ragazza in Coma e Can the World be as Sad as it Seems?).

Aggiunto: December 15th 2018
Recensore: A. G. Bertinetto
Voto:
Link Correlati: Brigadisco Records Bandcamp Page
Hits: 52
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest