Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Arab Strap 'Monday At The Hug And Pint'

(Matador 2003)

Oramai gli Arab Strap, per chi ama la loro musica, il loro approccio e il loro “particolare” mondo, sono una sicurezza. I loro lavori ricalcano lo stesso identico ed inconfondibile “solco”, ma ognuno munito di una sua precisa e distinta personalità che definisce la sua indiscutibile unicità. Qualcuno potrebbe dire che si ripetono, ma di fronte alla disarmante quanto semplice bellezza dei brani del nuovo “Monday At The Hug And Pint”, non si può che tesserne gli elogi.
Protagoniste come sempre sono delle pigre ballate, a volte acustiche (la maggioranza), a volte elettriche, a volte con basi di drum-machine dal sapore quasi techno, a volte spoglie ed “indifese”; ma sempre di una ricchezza melodica e di un’intensità che rende difficile stilare una (inutile) classifica. Il grande pregio del nuovo lavoro è infatti l’altezza qualitativa dei singoli brani, che sembrano rincorrersi per pretendere il primo posto in un improbabile gara di bellezza.
Dall’iniziale The Shy Retirer, con un intro di basi elettroniche, chitarre accarezzate ed una melodia che si impone immediatamente, alla successiva Meanwhile, At The Bar, A Drunkard Muses, solo chitarra, voce e degli archi in sottofondo; ipnotica e suadente.
Fucking Little Bastards è l’episodio più duro, con una ritmica di batteria incalzante e chitarre acide che accompagnano la voce nel suo pigro delirio. Peep-Peep, semplicemente stupenda, Loch Leven dal sapore country…………………….
Ascoltatelo e se volete stilate la vostra personale classifica. Io non ci riesco.

Aggiunto: May 19th 2003
Recensore: Mauro Pettinari
Voto:
Link Correlati: Arab Strap home page
Hits: 942
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest