Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Keeril Makan ‘Letting Time Circle Through Us’

(New World Records 2017)

Questo bellissimo Cd della New World Records consta di un’unica composizione, lunga circa 47 minuti, Letting Time Circle Through Us, eseguita dall’ensemble Either/Or, specializzato in musica contemporanea. L’autore è Keeril Makan, compositore americano classe 1972, già piuttosto affermato e che qui conferma tutto il suo valore. Makan sembra ispirarsi a una tecnica compositiva già sperimentata da autori come Morton Feldman, Kevin Volans, Orlando Jacinto Garcia, basata sull’alternanza di sequenza ripetitive di materiali musicali, priva di un vero e proprio sviluppo in senso classico, guidata piuttosto da un senso abbastanza intuitivo dello spazio e dell’accostamento. Lungi tuttavia dal seguire pedissequamente questo modello, Makan segue la propria, felicissima ispirazione nel tessere trame melodiche di grande impatto emotivo, a partire da quella che, dopo una rarefatta introduzione, ci fa entrare nel vivo della trama del brano, e che, nell’essere più volte ripresa, conferisce una certa unità e continuità al tutto. Ciascun inserto tematico è sottoposto, si diceva, a ripetizioni, ma anche a graduali, minimali trasformazioni; l’andamento generale è piuttosto lento, e se in alcuni momenti si percepisce l’influenza della musica indiana, in altri affiorano tracce di certo progressive. Makan è straordinario nel lavorare, anche dal punti di vista timbrico, con la massima economia di mezzi per raggiungere una rara potenza espressiva: si pensi proprio al tema principale, che si distende arioso sul violino e sul violoncello, quasi sbucando fuori da un paesaggio sonoro fascinoso e misterioso disegnato dalle rarefatte, essenziali note del cymbalon, della chitarra e delle percussioni, e dai suggestivi accordi del pianoforte. Una composizione, questa di Makan, che ci consegna un’esperienza d’ascolto immersiva, intima, profonda, a cui è un piacere consegnarsi.

Aggiunto: March 5th 2018
Recensore: Filippo Focosi
Voto:
Link Correlati: New World Records Home Page
Hits: 135
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest