Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Conrad Winslow ‘The Perfect Nothing Catalog’

(Innova 2017)

Il riferimento extra-musicale cui allude il brano al centro di questo nuovo progetto discografico targato Innova, 'The Perfect Nothing Catalog' a firma del giovane compositore americano Conrad Winslow, è costituito dall’omonima installazione dell’artista Frank Traynor, in cui ci si interroga circa il grado di controllo esercitato dall’uomo nei confronti degli oggetti. L’ispirazione musicale sembra invece provenire dal John Cage di Living Room Music, nella misura in cui oggetti “trovati” di vario genere diventano protagonisti involontari, in quanto utilizzati per produrre intricate sequenze ritmiche a partire dalle quali i sei movimenti della composizione si dipanano. A tutto ciò, Winslow aggiunge una cospicua dose di elettronica e inserisce, di tanto in tanto, frammenti melodici di fuorviante leggerezza, contribuendo così ad accentuare la vena ludica e teatrale che solo una visione diretta della performance può permettere di apprezzare appieno. Per la stessa formazione ‒ il Cadillac Moon Ensemble, quartetto specializzato nella musica contemporanea e costituito da violino, flauto, violoncello e percussioni ‒ è stato scritto anche Abiding Shapes, dove gli stessi principi compositivi che reggono il precedente brano sono all’opera, con un forse maggior grado di coesione. Gli ultimi due pezzi, più brevi (della durata di circa quattro minuti ciascuno), presentano dialoghi strumentali ‒ tra vibrafono ed elettronica, e tra chitarra e pianoforte (con l’incursione, anche qui, dell’elettronica) ‒ che sono anche dialoghi interiori. Emerge, qui, una vena lirica e introspettiva, che ci mostra un altro lato della già sfaccettata personalità di un autore interessante, da tenere d’occhio.

Aggiunto: December 6th 2017
Recensore: Filippo Focosi
Voto:
Link Correlati: Innova Records Home Page
Hits: 201
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest