Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


AA. VV. 'An Anthology Of Turkish Experimental Music 1961-2014'

(Sub Rosa 2016)

Doppio album che racchiude 29 tracce di varie forme di sperimentazione elettronica turca, prodotte per la maggiore fra 2000 e 2013 (ma anche una pionieristica traccia del 1961).
Nella prima parte, il focus dell'opera è concentrato su di una severa e spigolosa visione avantgarde, legata a movimenti di università e conservatorio.
Nella seconda, le contraddizioni sociali, espresse sotto forma di field recordings e suoni della tradizione popolare inseriti nel corpo elettronico, delineano una serie di ampie traiettorie e mutazioni, maggiormente colorate e immaginative.
Probabilmente di spessore a tratti più esile rispetto alla colta rigidità della prima parte (meno improntata ad un'espansione verso l'esterno), ma nell'urgenza e ansia palpabile trasmessa, vera e propria forma di arte politica o estetica del dubbio.
Concretismi e folate digitali, micromovimentazioni, silenzi e l'arroccamento di una ricerca che non offre spiragli di facile presa.
Poi, le possibilità produttive offerte da una tecnologia a basso costo, meticciano il suono originale in una serie di ipotesi (non tutte riuscite sia chiaro), che sondano e ipotizzano il maggior numero possibile di congiunzioni fra corpo e concetto.
Il suono di stanze ribollenti d'idee, di tentativi e visioni, di voglia d'incorporazione del circostante, quasi a crear una popular music, propria, altra, permeabile e (+ o -), accessibile.
Personalmente, alcuni scricchiolamenti della prima parte, fan vibrare goduriosamente le mie antenne, ma è una questione di questioni, irrisoria e personale.
Nel complesso, una meravigliosa esplosione di energia e diversità.
Ovvio tuttavia, che il malloppo, rappresenti un prima di questi nostri giorni.
Non oso neanche immaginar, quale sia la trasmutazione in suono di questo tempo d'angoscia che è l'oggi.
Regime, tradizione, dissenso e fantasia.
Il futuro dirà.

Aggiunto: January 7th 2017
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Sub Rosa Home Page
Hits: 212
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest