Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Ludmilla Spleen 'ACEPHALE'

(Artista Anch'io, Neon Paralleli, Narvalo Suoni, Villa Inferno Records, Astio Collettivo, Icore Produzioni 2016)

Il duo marchigiano, ma residente a Bologna, estremizza il suo sound sperimentale e noise. In “ACEPHALE” il duo, porta alle estreme conseguenze il noise che si può fare con una chitarra e una batteria.
Questo disco è una scarica continua di noise e di spezzettamenti, per capirci quelli che affondano le radici nelle sonorità di Shellac, Uzeda e Big Black, passando per i Jesus Lizard.
Il loro noise si spinge anche oltre l’hardcore, portandolo ora ad intrecciarsi (Il popolo dei topi), ora a sporcarlo (La sera del dì di festa), oppure a momenti di incostanza e di stop’n’go, incerti e tesi (Abito la battaglia).
Tuttavia, il duo tocca l’apice con il noise metropolitano di Rosebound, che riecheggia Six Minute War Madness e Santo Niente e con l’epica, lunga e possente Bilbao, nella quale i singulti noise si intrecciano a momenti psichedelici.
Per chi è in crisi da astinenza da noise questo è il disco giusto!

Aggiunto: July 31st 2016
Recensore: Vittorio Lannutti
Voto:
Link Correlati: Ludmilla Spleen Bandcamp Com
Hits: 345
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest