Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


The Great Saunites 'Nero'

(Hypershape / HYSM / Il verso del Cinghiale / Neon Paralleli 2016)

Ritornano i nostri carissimi amici lombardi The Great Saunites, ormai consolidata realtà del buon rock strumentale italiano e da me già apprezzati in passato più e più volte.
Con questo nuovo lavoro, 'Nero' come la pece, sembrano essere alla ricerca di un qualche tipo di convivenza, giustamente dico io, tra le loro anime, quella sperimentale e quella strettamente muscolare. Il risultato sono tre lunghi pezzi molto più tenuti a freno rispetto a quanto ci avevano fatto ascoltare in passato, con l'iniziale title track che vorrebbe spaziare sull'intero panorama sonoro dei lodigiani.
Il risultato è discreto, a tratti un po' incostante nella ripetizione iniziale di farfugliamenti di sintetizzatore e ansiose avanzate di basso sottolineate dal solito ottimo lavoro ai tamburi, spegnendosi poi dopo un quarto d'ora in un finale etereo: un viaggio interessante ma che sembra difettare di qualche guizzo muscolare che tenga il passo con quello a cui ci hanno abituato negli scorsi lavori.
Meglio Lusitania, iniziando subito con un maltrattamento ritmico da far invidia ai bei tempi di Nick Mason, Marcello e Angelo tengono alta la tensione con un avanzamento sornione che sembra voler presagire uno sfogo completo. I due la tirano avanti per una decina di minuti, riuscendo con maggior successo nel ricreare sostanzialmente lo stesso scheletro della title track.
Chiudiamo con i sei minuti de Il Quarto Occhio, che si riaggancia in maniera circolare all'inizio senza però aggiungere molto a quanto già detto in precedenza con i vari riff di basso, gorgoglii elettronici e batteria.
Tre lunghi pezzi che scivolano via un po' troppo velocemente, senza, purtroppo, lasciare profondi segni. E' chiaro che i due stanno tentando di sperimentare e muoversi oltre, ma per ora 'Nero' non sembra la risposta che mi sarei aspettato.

Aggiunto: March 30th 2016
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: The Great Saunities Home Page
Hits: 479
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest