Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Cosmologic 'Syntaxis'

(Circumvention 2002)

Cosmologic giungono al loro secondo album con un live che li conferma essere una delle proposte, più interessanti, giunte negli ultimi tempi dagli Stati Uniti. Il loro organico cattura una formazione classica: sax, flauto, basso e percussioni, che si avvale anche di leggere screpolature elettroniche quanto mai discrete. I componenti del gruppo sono attivi in una miriade di altre sigle, delle quali vale la pena ricordare la Skeleton Key Orchestra e Unbalancing Act. Quello che piace di questo disco sicuramente è la voglia di proporre una concezione del jazz e dell'universo improvvisativo assai debitore e particolarmente devoto a tutta una serie di mostri classici quali sono stati i vari Mingus, Coltrane e forse il Davis più visionario. Si nota un forte attaccamento agli anni 60 e questo li rende diversi ed in qualche modo più simpatici di tanti altri. Sono particolari minimi quelli che rendono l'opera piacevole, nella scrittura affiora una decisa volontà di non esagerare nel proporre situazioni caotiche prediligendo una esposizione corale rivolta a ricreare un'atmosfera talvolta realmente spirituale attraverso dolci discese in meandri mai troppo cervellotici. E' una capacità questa che non è da tutti, mentre buona parte della galassia impro-avant guarda verso regioni talvolta eccessivamene cariche di compiacimento esecutivo i Cosmologic preferiscono far risaltare la coralità dell'esecuzione generando situazioni che non si fatica a definire psichedeliche.
L'improvvisazione presente nella loro anima è rivolta a ricreare energetici ed ampi spazi dove il grooves presente fra i musicisti risalta in maniera nitida e permette di catturare appieno la dimensione compenetrativa della loro dimensione live. Le screpolature elettroniche di cui riportavamo sopra altro non si rivelano essere che delicati giochini di sfondo che contribuiscono a divertire l'orecchio dell'ascoltatore, senza mai farlo precipitare in dolorosi vortici sonori. Complessivamente la loro è una visione di strade notturne e di paesaggi metropolitani piovosi, dove i bar non chiudono mai; li avremmo visti bene a far da colonna sonora a "Cocaine Nights" di Ballard.
In definitiva un collettivo alchemico, intensamente introspettivo con una grande carica esecutiva.
Fresco e divertente; ci piace molto.

Aggiunto: March 12th 2003
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.jasonrobinson.com/cosmologic
Hits: 2481
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest