Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Mattia Coletti ‘Moon’

(Bloody Sound Fucktory/Wallace Records 2014)

Tra gli Stati Uniti d’America più rurali e desertici (i grilli di Big Eye) e le afasiche periferie italiane (occidentali? Senti Marte e le sue lamiere): in queste vaste lande si muove agilmente Mattia Coletti – già tanta roba, come Sedia per esempio – ovvero nei sei brani di “Moon”. Non siamo invece nello spazio, anche se On The Moon potrebbe essere un buon sottofondo per la diretta “chic” di un allunaggio – e la voce di Simon Skjodt Jensen fa tanto Syd Barrett (e aggiungiamo l’Inghilterra). Le sei corde e le manipolazioni elettroniche di Coletti sono amalgamate con indubbio pregio e producono momenti di buona godibilità (cfr. Molko, con i “drone sounds” di Matteo Sideri), pur nell’ambito di un prodotto di ricerca; capiamo quindi perché l’anconetano è ben accolto anche in Giappone, per esempio.

Aggiunto: December 26th 2014
Recensore: Marco Fiori
Voto:
Link Correlati: Bloody Sound Fucktory Records Home Page
Hits: 593
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest