Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Ludwig Van Bologna ‘L’arte della fuga’

(Skank Bloc Records 2014)

Piccolo inciso: consiglieremmo a tutti gli sfasciati cantori di questa Italia dolente, tra i quali possiamo ascrivere anche i Ludwig Van Bologna (in sostanza i transfughi parigini Lapo Boschi e Luca Mariani, con altra gente attorno), di ascoltare con attenzione “Non siamo mica gli americani” di Vasco Rossi – anno di grazia 1979, ben prima della sua ascesa in un “pantheon” tanto economicamente redditizio quanto artisticamente raggelante – e in particolare il brano La strega (la diva del sabato sera), ottima lezione di malessere e torbidezza in musica.
“L’arte della fuga” vorrebbe anche/appunto essere un colpo nello stomaco, un pugno sferrato da un cantautorato rock a basso profilo e ad alta distorsione (cfr. Idea balorda, peraltro brano più che decente); musica “beat” per morti viventi (Le parole e le cose), “chanson” da Umberto Bindi in discarica (Axolot (K397LVB)). Avrebbero voluto essere Gino Paoli, avrebbero voluto essere i Depeche Mode o i Velvet Underground (cfr.Niente).
Copertina e CD molto ben curati.

Aggiunto: September 17th 2014
Recensore: Marco Fiori
Voto:
Link Correlati: Skank Block Records Home Page
Hits: 580
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest