Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


March Division ‘Post Meridian Soul EP’

(Autoprodotto 2014)

I March Division tornano con il loro secondo lavoro autoprodotto, “Post Meridian Soul EP”. La band lombarda è formata da: Andy Vitali: vocals, guitars, bass, synth, programming & production, Emanuele Platania: drum, percussions and drum machines, Stefano Lai: bass, synth bass, programming & production, Mattia Pissavini: keyboards, synths & production.
L’album è stato registrato e mixato al Morning Park Lodge studio di Barzio in provincia di Lecco e racchiude sei tracks ricercate e delineate, sfumando dal synth-pop al british rock degli 80’s; immediate le influenze dei New Order e Depeche Mode.
Dig it è un pezzo che ci fa rivivere le atmosfere e le sonorità degli anni ’80 tra synth ed elettro-dance, interessante il giro di basso e di batteria, mentre Downtown Devil è una ballad contemporanea, ipnotica ed avvolgente. Un album energico e pulsante, tutto da ballare, un mood clubbing tra sperimentazioni, synths e programming.
Iconica ed azzeccata la copertina di Emanuele Platania.

Aggiunto: June 25th 2014
Recensore: Rachele Beni
Voto:
Link Correlati: March Division Facebook Page
Hits: 535
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest