Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Maurizio Abate ‘A way to nowhere’

(Boring Machines/Black Sweat Records 2014)

Attivo dagli inizi dello scorso decennio per aver collaborato con numerosi artisti del giro underground italiano ed internanzionale, tra i quali Kawabata Makoto (Acid Mother Temple), Ale de Zan (In Zaire), Rella the Woodcutter, per questo disco ha deciso di fare tutto da solo.
Si è rifugiato per qualche giorno in montagna nell’inverno del 2013, dove nella sua valigia ha portato un po’ di strumenti a corda e qualche droga, così tra passeggiate e momenti di benessere artificiale ha composto questi sei brani.
Si tratta di un disco totalmente psichedelico, con brani lunghi nei quali Abate miscela diverse influenze, tra le quali il kraut, la musica tradizionale, e alla base di tutto c’è sempre il blues.
Vengono alternati momenti dilatati, ad altri più vibranti, quando non liquidi e aperti, in alcuni frangenti Abate riesce a creare atmosfere avvolgenti, mentre in altri lunghissimi momenti circolari in crescendo.
Se partite per questo viaggio, è meglio che vi compriate il biglietto di ritorno prima della partenza.

Aggiunto: June 7th 2014
Recensore: Vittorio Lannutti
Voto:
Link Correlati: Boring Machines Home Page
Hits: 729
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest