Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Living By Lanterns 'New Myth / Old Science'

(Cuneiform Records 2012)

700 ore di materiale inascoltato di Sun Ra.
Schizzi, frammenti e divagazioni, poco o nulla, di rassomigliante ad una composizione vera e propria.
Idee, tonnellate di idee, che il batterista Mike Reed ed il vibrafonista Jason Adasiewicz, passano al setaccio, su commissione dell'Experimental Sound Studio di Chicago.
L'attenzione si concentra su di un nastro, “NY 1961”.
Sun Ra al piano elettrico, John Gilmore, sax e flauto, Ronnie Boykins al basso.
Questa la formazione di quell'istante.
Ora si tratta, di dar forma coerente a quel materiale grezzo e abbandonato.
Non appiattirsi nell'omaggio sterile, bensì, crear da quegli scarti, nuove e personali composizioni.
La serata di chiusura del Chicago Jazz Festival del 2011 si offre ospitale in attesa del risultato.
L'intenzione, è quella di riunir insieme, alcuni dei migliori improvvisatori di Chicago e della Grande Mela (due città che Ra, chiamava casa).
Ok, missione riuscita.
Living By Lanterns è cosa fatta.
Dieci strumentisti, linee agrodolci, fiati e archi in battaglia, noir ed exotica, metronomiche linee percussive, un basso che è una trave su cui tutto, ma proprio tutto, puoi poggiare, luci multicolori che s'accendono nei movimenti corali, bop da sparare al massimo volume (Forget B), nostalgia e tanta gioia.
A restar senza fiato in gola, nella corsa ed il suo crash, della conclusiva Old Science.
Greg Ward (contralto), Taylor Ho Bynum (cornetta), Ingrid Laubrock (tenore), Tomeka Reid (violoncello), Mary Halvorson (chitarra), Jason Adasiewicz (vibrafono), Joshua Abrams (contrabbasso), Tomas Fujiwara (batteria), Mike Reed (batteria ed elettronica), Nick Butcher (elettronica).
Applausi a scena aperta.

Aggiunto: November 3rd 2013
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Cuneiform Records Home Page
Hits: 442
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest