Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Lleroy ‘Soma’

(Blinde Proteus, Bloody Sound Fucktory, Sangue Dischi, Mescaleros Crew, Only Fucking Noise, Sweet Teddy, Narvalo Suoni 2013)

Secondo ed urticante lavoro per i marchigiani Lleroy, che ormai hanno base a Bologna. Il trio, che tra l’esordio “Juice of bimbo” e “Soma” ha cambiato batterista (alla pelli ora siede Chiara Antonozzi), continua ad assalire le orecchie dell’ascolatore con riff abrasivi e violenti.
Il trio si è in buona parte emancipato dal modello Nirvana, dimostrando di aver fatto un passo di maturità importante. Alle invettive grunge il trio preferisce il noise nichilista, introspettivo e fortemente teso che prende spunto da Melvins, Pissed Jeans, Jesus Lizard e i primissimi One Dimensional Man.
Tuttavia, nel brano iniziale, Tignola, i Lleroy si ispirano agli ultimi The Ex, seppure l’assalto sonoro li porta lungo i lidi di un post-hardcore striato e graffiante, che fa la chiusura del cerchio con i primi Nirvana. Le chitarre taglienti della dirompente Cuorleone e gli effetti noise portano l’ascoltatore alla New York dei piccoli e malfamati locali dove sono cresciuti gli Unsane, mentre il metal impuro degli oltre sette minuti di
Omega 999
con la batteria lasciata sola a delirare è un’orgia noise-post-grunge, intrisa di momenti altamente abrasivi, quasi infuocati, ad altri tesi con singulti sonori e temporanei rallentamenti.
Con Merda nazionale l’apparente circolarità di basso e chitarra nasconde una travolgente tribalità della batteria che non lascia scampo a nessuno, triturando tutto ciò che di melodico e di pop il trio incontra nella sua irrazionale corsa.
Il primo amore non si scorda mai e così i Nirvana di “In utero” vengono in qualche modo omaggiati in Don Peridone.
Un disco che fa la sua bella figura insieme agli lavori di Pissed Jeans e Mudhoney

Aggiunto: October 3rd 2013
Recensore: Vittorio Lannutti
Voto:
Link Correlati: LLeroy Bandcamp Page
Hits: 505
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest