Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Chinasky 'Third Untitled Album'

(Garage Records / Believe Digital 2013)

Il progetto Chinasky è sempre stato caratterizzato da estrema spontaneità e da una formazione che si adatta un po' ad ogni strumento e situazione. Così nuovo non ci giunge questo terzo album, dal titolo eloquente, dove i nostri continuano sul linguaggio di rock a cavallo tra sixties e seventies.
Non nascondo che i primi pezzi si sono succeduti senza risvegliare grande attenzione da parte delle mie orecchie. C'è, però, un punto a metà di It's on You dove potrei giurare che la band abbia ascoltato un po' troppo Terry S. Taylor e la relativa colonna sonora di quel piccolo capolavoro che era 'Skullmonkeys'... ma vabbè.
Ottima invece Sex, Oil & Guns, con un intrigante scambio di vocalizzi maschili/femminili e bel lavoro di chitarra. Evidentemente c'è qualcosa nella voce della Scarpulla che non riesce ad attirare la mia attenzione, non me ne voglia, è un mio problema personale. Ciò non toglie che momenti come Seba Song e In The Air siano oltremodo affascinanti, con un lavoro chitarristico ricco e accattivante. Notevoli pure i coretti quasi alla Neil Sedaka anni sessanta in Terence.
Insomma, al di là di considerazioni strettamente personali, è evidente che il nuovo dei Chinasky continua un percorso da loro iniziato con consapevolezza e una disarmante spontaneità che scioglierà anche il cuore più di pietra. Disponibile in streaming sul sito della Garage Records.

Aggiunto: September 16th 2013
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Garage Records Home Page
Hits: 822
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest