Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Daniele Brusaschetto 'Cielo Inchiostro'

(Bosco Rec 2012)

Non sembra voler finire, questo calore estivo.
Le gonne rimangon corte.
Polpacci, tatuati e muscolosi ancora esposti.
Per convenzione e dovere, indossiamo pantaloni lunghi e camicie aperte/svolazzanti.
Loghi, sigle e cazzate colorate, si accumulano sulle t-shirt.
Nel dubbio si suda.
Nel dubbio si procede.
Le notti paion lunghe, la finzione propaga.
Crederci o no, è equivalente.
Far silenzio non funziona.
E scomparir non è concesso.
Visi entusiasti belli da vedere (Illuminismo).
Brusaschetto procede.
Un passo avanti, uno indietro, uguale è.
Come tutti.
Bella questa notte, si sente solo il ronzio dei cavi elettrici, giù in strada, qualche macchina che passa occasionale. Se avessi più tempo, saprei cosa fare. Se avessi più tempo lo sprecherei (Conchiglia Vuota).
Acustico e dissonante, tambureggiando a zig-zag.
Che fra i Test Dept, l'inebriante sudore di un liberatorio charleston, non vi sia che il peso delle calzature indossate, a marcar la differenza?
Il sapere, l'ignoranza, le ambizioni, tutto qui, misto accavallato e confuso (Il Sole Del Pomeriggio).
Finché la notte giunge.
Stop/pausa, ascoltar da anni (tanti che non ricordi), sempre la stessa catastrofica canzone.
Da soli, inserendola fra mille altre, facendo finta di nulla, prendendosi in giro, dissimulando, credendo di aver sviluppato gusti, abitudini ed orari diversi.
Finché l'alibi per mia presenza svanisce. Pago il conto. Arrivederci (Fili Di Voce).
Infine passa un'ambulanza, si porta via tutto.
Dentro un uomo, con un buco che lo attraversa da parte a parte.
Per qualcuno, è lavoro.
Daniele, io vorrei che i Maya avessero ragione.
Ma non andrà in questa maniera, non per ora.
Come lucertole torpide, su di un sasso caldo stiamo.
Senza pensieri né movimenti.
Le ossa grate.

Aggiunto: October 14th 2012
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Bosco Records Home Page
Hits: 564
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest