Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Collettivo Di Resistenza Culturale 'Uno'

(Setola Di Maiale 2011)

Presentato in Sardegna, durante l'estate del 2011, allo Stramb Fest di San Gavino Monreale, il progetto Collettivo Di Resistenza Culturale, organizzato da Elia Casu e Paolo Sanna (Ongaku2), è un ottimo esempio di come, una griglia espressiva ben definita in partenza, possa generare un'interessante, e sempre diverso, rapporto comunicativo collettivo, qual che siano gli interpreti del momento.
Una griglia compositiva, luogo d'incontro/bacino d'incubazione, per relazioni future.
La faccenda, si svolge e svolgerà, in questa maniera: verranno proposte agli artisti, sempre le stesse due composizioni (responsabili, Casu e Sanna), che terranno conto, nella fase di invito, sia dello strumento utilizzato, sia delle sue peculiarità timbriche, creando cosi, di volta in volta, un'esposizione (per strumentazione e sentire comune), non convenzionale.
Stante il fatto che, tutti i coinvolti, son dediti al salto mortale senza rete.
La formalizzazione del tutto, si traduce in una partitura scritta, consegnata ai musicisti, che conterrà indicazioni grafiche di minima.
Una questione di sensibilità estrema dunque.
Un lavoro di traduzione istantanea, che ad ogni successiva interpretazione, darà vita ad una nuova, originale, figura compositiva (che mai, logicamente, verrà riprodotta tale e quale).
Messa in questa maniera, si potrebbe obiettar: Che gran rottura di coglioni!
Peccato che ciò, non sia propriamente esatto.
Come in questo caso.
Sanna e Casu, son batteria preparata, percussioni, chitarra elettrica a sua volta trattata ed elettronica.
Si aggiungono Angelo Contini al trombone (che di non poco, con il suo operato, strappa un sorriso), Silvia Corda ad harmonium, oggetti e glockenspiel, Adriano Orrù, al contrabbasso.
Non pensiate neanche per un istante, di trovarvi incastrati nel bel mezzo di un mucchio di spine, non ci siamo.
Ne vien fuori, un dialogo a cinque, ironico, spazioso, spericolato e sempre, continuamente, ben tenuto a freno ed indirizzato, dalla partitura grafica.
Immagino, che nel mezzo di tutto ciò, si sviluppi anche un bel contrasto performativo, davvero niente male.
Parlo del gesto, del colpo mimato che mai arriva, della metafora potente ed evocativa, che si nasconde dietro ogni singolo movimento corporeo.
Son spinte, abbracci e rincorse, che strappano un sorriso ed evitano ogni approssimazione espositiva, tipica di genere (impro, è feroce pratica di vita quotidiana, non botta di culo).
Al prossimo giro, a Casu e Sanna, si aggiungeranno Patrizia Oliva e Stefano Giust.
Ci saremo senza dubbio.

Aggiunto: September 4th 2012
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Setola Di Maiale Home Page
Hits: 635
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest