Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Marcello Magliocchi 'Music For Sounding Sculptures In Twenty-Three Movements'

(Ultramarine Records 2011)

L'arte di Marcello Magliocchi, profuma di continuo movimento.
Un libero viaggiatore (da circa quarant'anni), che ama condivider la strada percorsa, ed i frutti carnosi che essa offre.
Che conosce il silenzio, compagno di lunghi tratti, e l'arte dell'approccio rispettoso, di ciò che non c'appartiene.
Il ticchettio della pioggia, il crepitar del fuoco.
Magliocchi assorbe e rilascia tutto questo.
Mi piace immaginarlo, seduto di fronte ad un sasso/legno/coccio, in ascolto profondo.
Esterno ed interno che s'accavallano.
Fra tempie e mascella, con un leggero stridor di denti nel mezzo (mai aggressivo).
Certo, il suo peregrinar fra suggestioni, lo rende oggetto volante, difficilmente afferrabile.
Ma non è il possesso ciò che conta, è la scia luminosa che attraversa il cielo, l'interesse vero.
Percussionista, batterista, improvvisatore e compositore istantaneo.
Si; ok.
Nomi, sigle, termini e scatole vuote.
Adesivi sbiaditi appiccicati su di un vecchio frigo.
Volete proprio saper, cosa contiene quest'opera?
23 movimenti, registrati in presa diretta, nella torre di un castello in provincia di Pistoia.
Ad esser sollecitate, le sculture metallico/sonore di Andrea Dami.
Partch, Bertoia, Z'ev, Polinesia, Micronesia, Indonesia, le invocazioni in catene sudate, pietra contro pietra, fissate da Alan Lomax, l'irresistibile, vitale contagio di Don Moye, più avanti, nel tempo, le illuminazioni dei Test Dept (“Terra Firma” e “Gododdin”), le sospensioni sacrali di Hamza El Din, i battiti rurali che ci appartengono (da nord a sud, da est ad ovest, altro che Padania e menate del genere).
Come un verde olio appena spremuto.
Dal sapore forte, al quale noi, pastorizzati da tempo, non siam più abituati.
Null'altro.
Come pochi altri, in questa povera terra martoriata (Roberto Dani, Stefano Giust, Paolo Sanna).
Rispetto profondo, per ogni singolo istante.
Si chiama vita.

Aggiunto: May 29th 2012
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Ultramarine Records Home Page
Hits: 767
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest