Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Keiko Iguchi & Shin-Ichiro Kanda ‘Shusi no kakera’

(Bishop Records 2010)

Il pianista e compositore giapponese Shin-Ichiro Kanda ha organizzato dal 2009, al Z.imagine di Tokyo, una serie di concerti intitolati ‘Nigh Music’ dove venivano coinvolti musicisti di estrazione jazz, classica o improvvisativa. Da uno di questi, precisamente il numero 9, avuto luogo a Novembre 2009, è stato registrato questo cd con la cantante Keiko Iguchi. L’idea che anima questa performance è quella di creare attraverso l’esecuzione e la miscelazione di vari generi nuovi significati per l’ascoltatore, utilizzando in maniera inedita i rapporti tra le parole e la musica. Il materiale trattato spazia a tutto campo dal jazz alla musica pop giapponese, all’opera, alla poesia, alla musica contemporanea. Un album minimale, sono piano e voce, con la cantante Keiko Iguchi, sperimentatrice vocale che rimanda sia a Patty Smith che Diamanda Galas. Le esecuzioni, Barbara Song di Kurt Weil, passando per Perspective di Ryuichi Sakamoto e la ballata Bibo No Azora anch’essa di Ryuichi Sakamoto, oppure il minimal di My Funny Valentine, Rogers e Hart imbellettati con lastre d’acciaio, o la sperimentazione vocale di All That The Man Left behind When He Died , permettono a Keiko Iguchi di dimostrare la sua abilità di giocoliere canoro, di rarefatta e delicata cantante mai sopra le righe e aliena da prove muscolovocali. I brani scorrono fluidi, l’accompagnamento di Kanda mai eccessivo ricama una cornice ideale per la voce della cantante che ricerca continuamente il senso nel suo fare. E si lascia placidamente e beatamente ascoltare.

Aggiunto: February 9th 2012
Recensore: Marco Paolucci
Voto:
Link Correlati: Bishop Records Home Page
Hits: 643
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest