Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Hellekin Mascara 'Wanna Be Dino'

(Il verso del cinghiale records 2011)

Curioso ascoltare i cremaschi Hellekin Mascara mentre si è in rincoglionimento post pranzo. Più che altro perché non si tratta solo di sentire, ma proprio di ascoltare, e seriamente. I nostri infatti ci propongono del rock esclusivamente strumentale, senza aggiungere altro, spesso neanche dei minimi samples qui e lì.
E non si tratta di rock con complicate tessiture a là Mogwai, ma proprio di hard rock'n'roll diretto in your face, senza tante svisate e prese per il naso. Curiosa sicuramente come scelta, ma certo non sgradita, e fin da Studentesse a Ripetizione, si parte con il piede sull'accelleratore ed è impossibile non rimanere coinvolti. Invece nella seconda traccia l'attenzione mi è un pò svanita, non riuscendo i nostri a trasmettere più di tanto.
L'attenzione si risveglia, però, con Hurricane Pescara, sicuramente il momento più sperimentale dell'intero lavoro con tanto di arricchimenti di tromba e tuba, mentre i nostri sotto si fermano un attimo dal pestaggio dei loro strumenti... ma solo un attimo perché poi si riparte subito. Decisamente efficace. Da lì in poi la proposta resta a metà tra la sperimentazione e l'hard rock della prima traccia, un limbo ideale.
Il tutto, naturalmente, condito da un'ottima produzione e una certa attenzione a riempire sei pezzi quanto più possibile di carne al fuoco (ascoltate l'attacco di Black Betty per dirne una!); il risultato è indubbiamente saporito e ben speziato, direi che farci un giro è un buon consiglio.

Aggiunto: November 11th 2011
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Il verso del cinghiale Home Page
Hits: 592
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest