Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Kronomorfic 'Micro Temporal Infundibula'

(Pfmentum 2011)

Sofisticata emanazione, 'Micro Temporal Infundibula'.
Fin troppo.
Abile sestetto, che ruota intorno alla coppia Paul Pellegrin (batteria e percussioni) e David Borgo (sax tenore e soprano, di cui abbiamo recentemente parlato, in occasione dell'ottimo progetto KaiBorg).
Composizioni, arrangiamenti e produzione, tutta farina del loro sacco.
Perno centrale, il motore ritmico di Pellegrin, che scompone, analizza e suggerisce una complessa serie di figure etno/jazz.
Evoluzioni intricate e luminose, fra rimandi letterari importanti e accurate note tecniche d'interno copertina.
Un diamine di lavoro, per il quale, l'acquolina in bocca, potrebbe esser ampiamente giustificata.
Potrebbe, ma tuttavia, questo girovagar fra spunti jazz e richiami etnici (Africa, Sud America ed Est Europa), ci lascia parzialmente interdetti.
In alcuni frangenti, siam al limite di una fusion, ricercata e globale, non proprio invitante.
Un intricato tappeto di batteria e contrabbasso (Danny Weller), pulitissimi soli di armonica cromatica (Bill Barnett), di vibrafono o marimba (Nathan Hubbard), del sax di Borgo.
Strana impressione intermittente, par di esser capitati per sbaglio, dalle parti di Donald Fagen (ma potrebbe esser anche un complimento).
Alcuni passaggi, son veramente troppo per le mie orecchie brute, ma di certo, suonati da Dio (e potrebbe per alcuni, esser anche questo un complimento).
Paul “Junior” Garrison alla chitarra, agisce defilato, rilascia calde onde armonizzanti, elimina eccessi solisti ed intorbidisce lo sfondo.
Ed alla lunga, è quello che ne vien fuori meglio.
'Micro Temporal Infundibula' non centra il bersaglio pieno, ma alcune delle sue proposte, son di fatto, men che ottime.
Jeannot's Knife (con l'immancabile contributo di Jeff Kaiser, fra tromba e live electronics), che azzecca una bella congiunzione afro europea (i fiati, son puro piacere In Opposition).
Ossuary, che all'Africa di cui sopra, sostituisce un taglio sudamericano.
L'iniziale Deprong Mori (il nome di un diavolo di pipistrello venezuelano), fresca, carezzevole, intrigante (gran lavorio di Garrison).
Tehuantepec, caffè europei e andazzo strascicato da Centro America (dove la marimba è pura delizia).
Le sezioni impro ed i Balcani evocati da Gnomon.
Ottimi spunti che fan ben sperare per il futuro.
Nel frattempo, prestargli orecchio prima dell'acquisto, è consigliato.

Aggiunto: August 18th 2011
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Pfmentum Records Home Page
Hits: 505
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest