Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Maya Galattici ‘Analogic signals from the sun’

(Garage Records/Go Down Records 2011)

Non è un caso che oltre alla Garage Records, ci sia anche la Go Down nella produzione di questo disco, anche se non è stoner, genere prediletto della label veneta, ma pienamente intriso di psichedelia.
I Maya Galattici sono un duo, Marco Pagot ed Alessandro Antonel, entrambi ex Chinaski, che in questa occasione hanno lasciato la vena più rockeggiante, per quella delle dilatazioni psichedeliche e le cavalcate space-rock a cavallo della luna, intorno al sole.
Il duo miscela suoni vintage con elettronica della prima ora, assemblando un sound molto rilassante (Your house is burning down this summer) e che affonda le radici nel folk Usa degli anni ’60 (Wake up), soprattutto quando la chitarra è in solitaria. Si respira molto un’aria “californiana” e rilassante (Mrs. Death), con molta melodia e pochissimi sono gli sprazzi rock (Sweet honey) e funk (Green green towa).
Disco interessante, ma che stenta a decollare.

Aggiunto: September 18th 2011
Recensore: Vittorio Lannutti
Voto:
Link Correlati: Garage Records Home Page
Hits: 1040
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest