Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Girardi / Recchia / Senni / Burk 'Spinoza'

(Improvvisatore Involontario 2011)

L'eresia stilistica d'Improvvisatore Involontario, s'affina sempre più.
Concetto, suggestione, azione.
Questa, par esser l'unica griglia operativa, alla quale ci si attiene strettamente, nella casa della doppia I.
Esibizioni nette e rigorose, sorrette da ferrea lucidità/volontà.
Nulla è lasciato al caso, esemplificativo a riguardo, l'ottimo packaging, che caratterizza l'ultimo corso della label.
Parole, che scavano, che indagano, dentro e fuori il concetto suono.
La terra non si vede più da tempo, e siam al largo oramai.
Le stelle indicano la direzione, ma le devi saper distinguere, in questo annebbiante marasma odierno.
“Spinoza”, è opera singolare e fruibile, dove il jazz incontra il blues, secche scansioni, ampie distese classicheggianti, sussulti e ripieghi cameristici, strutture contemporanee e sberleffi etnici.
Un complesso intrico, fatto di ripetizione, malinconiche divagazioni, scatti atletici e silenzi fruscianti.
E le definizioni incasellanti, divengono dei rebus, difficili da risolvere.
Son istantanee luminose, che si offrono all'ascolto, come una fitta e stimolante ragnatela di messaggi in codice.
Ordine e disordine, son questioni d'umano meditar.
La visione complessiva, ciò che conta.
Undici azioni, fra passione e concretezza.
Davide Recchia alla chitarra, Greg Burk al piano e glockenspiel, Stefano Senni al contrabbasso, Alberto Girardi alla batteria e percussioni, più l'aggiunta dei readings di Davide Poggi, dimostrano che, il fattore crescita inesistente in Italia, è un nulla, sbattuto in faccia al nulla.
Basta non voler creder, al triste rosario mediatico, sgranato giornalmente.
Un miracolo, in equilibrio volutamente precario s'una gamba sola, ma senza nessuna incertezza o paura.
Queste, son opere d'ampio respiro, sulle quali ritornar spesso nel tempo.
Ogni volta, stupefatti ed increduli.

Aggiunto: July 22nd 2011
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Improvvisatore Involontario Records Home Page
Hits: 1412
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest