Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Even More Vast ‘Would You Believe?’

(Pandaimonium/Renaissance 2010)

Dopo oltre un decennio di attività che li ha portati a calcare i palchi di tutto il mondo, torna il rock a tinte fosche degli aostani Even More Vast. Nato come Even Vast, moniker sotto il quale hanno pubblicato i primi 3 album della loro carriera, il trio aggiunge il “More” nel 2007, alla vigilia delle sessioni di incisione di questo “Would You Believe?”.
L’aggiunta di questa parolina indica un ampliamento, una tentativo di crescita da parte della band, che tenta con questo album di conquistare anche lo stivale dopo essersi fatta notare forse più all’estero che nel Belpaese. Siamo in territori dark-rock, con forti contaminazioni elettroniche, che delineano paesaggi gotici notturni e spaventosi.
Se il debito verso i Joy Division (peraltro non molto evidente) si palesa nella cover Love Will Tear Us Apart, forse il miglior pezzo del lotto, per il resto non è che ci siano molti eventi da ricordare nei 50 minuti di musica proposta dagli aostani. La produzione pulita ed assai curata e le buone capacità tecniche dei singoli non fanno che rendere più artefatta la composizione del disco, per nulla incisivo ma che anzi scivola via senza sussulti, a parte il corposo remix dance Inly che chiude il disco, sorta di elettroshock a ridestarci nei pressi del traguardo.
Pomposo ma fiacco, anche stavolta il lavoro degli Even More Vast è destinato ad una veloce caduta nell’oblio.

Aggiunto: February 8th 2011
Recensore: Marco Pagliariccio
Voto:
Link Correlati: Even More Vast My Space Page
Hits: 823
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest