Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Judith Shatin ‘Tower of the Eight Winds’

(Innova 2010)

Questo cd ci offre l’opportunità di ascoltare le composizioni per violino e pianoforte della compositrice americana Judith Shatin, eseguite dal Borup-Ernst Duo. Almeno tre dei brani contenuti nel cd si riallacciano alla tradizione americana più sperimentale; in particolare, mi sembra di rinvenire in essi l’influenza della Sonata scritta nel 1974 da Elliott Carter per la stessa combinazione strumentale. I pezzi a cui mi riferisco sono infatti anch’essi delle complesse manipolazioni temporali, e possiedono allo stesso tempo una forza interiore come di chi deve scalare una montagna. Di ben altro tenore il pezzo conclusivo, che rielabora, nella tradizione della Carmen di Sarasate, alcuni frammenti tematici dell’operetta Die Fledermaus di Strauss, di cui la Shatin accentua il lato ironico e ambiguo. C’è posto anche per un brano per violino e basi campionate, che creano uno sfondo desertico sul quale il violino si muove come un serpente, pronto a sferrare il morso letale.

Aggiunto: August 10th 2010
Recensore: Filippo Focosi
Voto:
Link Correlati: Innova Recordings Home Page
Hits: 539
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest