Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Amantyde 'Bleeding Miles'

(Black Fading Records/Alkemist Fanatix Europe/Plastic Head Distribuzioni 2009)

Un disco in gran parte dettato dall'esperienza, questo Bleeding Miles; si tratta della prima uscita ufficiale dei trevigiani Amantyde, anche se comunque i nostri lavorano già da diversi anni riuscendo anche a rilasciare ben tre lavori autoprodotti. Insomma non parliamo certo degli ultimi arrivati.
Lo stile della band, al momento, si colloca in una nicchia ideale tra nu-metal, crossover e un po' di rock alternativo, così da cercare di prendersi quanto più pubblico possibile e non scontentare nessuno. Di conseguenza spesso le salite aggressive e poi le discese melodiche non si sposano così bene come vorrebbero, difetto piuttosto evidente in Never Enough.
Funzionano meglio i pezzi meno oscillanti, come la più melodica Aileene, con tanto di riff iniziale praticamente scippato ai poveri Katatonia, la discreta cover di What Else is There (dei Royskopp, e no, stranamente, non l'hanno proprio disintegrata), o anche la compatta Dust Childhood.
Da notare una buona produzione e tecnica; condite da una più che discreta prova vocale della cantante Nicky, un rimando a metà tra i Guano Apes e gli inevitabili Lacuna Coil.
'Bleeding Miles' è un album che comunque suona bene, si trascina via piuttosto placido senza grandi capolavori o stupori musicali. Lecito aspettarsi qualcosa di più la prossima volta, sicuramente. Come piccola nota di colore, la riflessione della cantante Nicky "la gente viene a vedere i miei concerti solo perché ho le tette grosse" mi ha fatto sorridere, sollevando un problema piuttosto (ig)noto ai più e dimostrando una sincerità rinfrescante.

Aggiunto: July 19th 2010
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Alkemist Fanatix Europe Home Page
Hits: 522
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest