Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

Faq
Feedback
Lista Connessi
Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21 Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

Mail


Led Bib 'Sensible Shoes'

(Cuneiform Records/Ird 2009)

Scarpe intelligenti sicuramente, scarpe che si muovono frenetiche all'ascolto di questo quintetto modern-jazz-core londinese che approda al suo terzo album. Loro sono il batterista Mark Holub (tutte le composizioni sono a suo nome), Liran Donin al basso, Toby McLaren alle tastiere e due sax per le bocche rispettive di Pete Grogan e Chris Williams. 'Sensible shoes' un' esplosione che si innesca sommessa nel primo pezzo (Yes again) fra note di un piano che sa di un'impostazione post-jazz, pezzo che ha conferito loro anche il Mercury prize. Notevole! A seguire Squirrel Carnage con i sax di Grogan e Williams che comunicano come fossero pettirossi pettegoli, divertiti dalla primavera in arrivo. Sono loro a tessere la tela subito distrutta dalla batteria di Holub (assolutamente protagonista) che richiama lo stormo ad un funky-jazz giocoso e divertente. A schiarirci le idee su cosa stia succedendo Early Morning, atmosferica, che si accende come le prime luci dell'alba portando consiglio e riposo prima della fibrillante Sweet Chilli (da cui stato anche tratto un video) pi vicina al modern-jazz-rock, quello giusto per, mai modale e mai banale. 'Sensible shoes' una foto dai colori accesi, ci trascina in una spirale che attraversa trasversalmente free-jazz, jazz-rock, noise-metal, senza mai farci rimpiangere i vecchi signori, quelli che pensavamo mai sarebbero tornati (vedere tra gli altri John Coltrane e Ornette Coleman) Per l'uso delle tastiere mi riferisco a lui per lo pi, al sole, Sun-Ra che sinceramente, ascoltando i Led Bib, non credo sia morto invano. Non sono solo le nostre scarpe ad essere intelligenti, ma lo sono anche le nostre orecchie. Per fortuna.

Aggiunto: July 3rd 2010
Recensore: Edoardo Grisogani
Voto:
Link Correlati: Cuneiform Records Home Page
Hits: 561
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest