Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Alice In Chains ‘Black Gives Way To Blue’

(Virgin 2009)

A distanza di quindici anni dall’ultimo (omonimo) lavoro d’inediti, ritornano gli Alice In Chains. Orfani del frontman Layne Staley, morto per overdose nel 2002, Sean Kinney (batteria), Mike Inez (basso) e Jerry Cantrell (chitarra) hanno chiamato alla loro corte William DuVall, cantante dei Comes With The Fall, il quale aveva già partecipato allo storico tour di reunion della band nel 2006, e si sono chiusi in studio per registrare del nuovo materiale.
Ne è risultato questo “Black Gives Way To Blue”, un disco con il quale la storica formazione di Seattle dimostra di essere in buona forma, nonostante il tempo trascorso. Gli elementi del loro sound ci sono tutti: Last Of My Kind, A Looking In View, Acid Bubble e Lessons Learned ripropongono quella caratteristica miscela di hard rock (versante Led Zeppelin), metal (il doom d’ascendenza sabbathiana) e stranianti armonie vocali (anche se DuVall è un singer dalla scarsa personalità) che li aveva resi celebri. Per chi, poi, ha amato l’“Unplugged” registrato dalla band nel ’96, ci sono le ballate: Your Decision, When The Sun Rose Again e soprattutto la magnifica title-track, posta a conclusione del disco, ed impreziosita da un featuring al piano di Sir Elton John.
Certo, “Black Gives Way To Blue” non è paragonabile a quel capolavoro che è “Dirt” (1992), uno delle pietre miliari del rock anni novanta (e probabilmente del rock tutto), ma è comunque un buon disco, che riporta sotto i riflettori un pezzo di storia della musica.

Aggiunto: January 13th 2010
Recensore: Marco Loprete
Voto:
Link Correlati: Alice In Chains Home Page
Hits: 579
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest