Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


La Distanza 'Tudine'

(Incipit Recordings/Alkemist Fanatix Europe/ Andromeda Distribuzioni 2009)

Effettivamente la distanza che separa i componenti della suddetta band è qualcosa di abbastanza originale, perlomeno nel panorama italiano. Ebbene sì, i quattro non sono i classici amici del baretto sotto casa ritrovatisi insieme a suonare così tanto per pagare il conto, ma quattro persone distanti che si son messe in contatto, via internet, per unire la loro passione musicale.
Sì, è tutto molto bello, ma il risultato è sorprendentemente, ma poi neanche tanto, dozzinale. E' piacevole che i quattro tentino pezzi di ampio respiro assieme alle classiche svisate alternative con testo italiano, ma i ragazzi in questione non sono certo gli HUM o degli Smashing Pumpkins vecchia manera. Anzi, ascoltando l'accento del cantante, verrebbe da chiedersi 'sto parlando con un indie milanese?'. Probabilmente no, è che purtroppo i Verdena tracciano sul gruppo moliromabruzzese la loro ombra intrisa di zafferano.
In ogni caso, è difficile esattamente identificare quand'è che i La Distanza se la cavano meglio, se con pezzi più diretti come l'iniziale Tudine o con la più brodosa Velenia; il risultato è che non colpiscono come dovrebbero, restando sospesi in un limbo dove non c'è una lama tagliente di chitarre né un'apertura verso lo spazio infinito. Restano solo frasette tipo "Fai di te ciò che detesto" o "In lei non trovo risposta" che, per carità, fanno molto figo, ma svaniscono appena arriva la fine della sesta traccia.
Buona la produzione comunque, e così anche gli arrangiamenti risultano sicuramente curati, quindi perché no? Gli diamo un'altra possibilità, d'altronde la copertina mi è davvero piaciuta. Intanto potete ascoltarvi l'EP per intero sul loro myspace.

Aggiunto: February 18th 2010
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Alkemist Fanatix Europe Home Page
Hits: 617
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest