Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Die Höhe Neunzehn 'Rauspund'

(Setola Di Maiale 2009)

Stretti fra Evan Parker e Peter Brötzmann, con Ayler portato a croce sulle spalle, verso FMP, mentre i Borbetomagus, si occupano della colonna sonora del rito, dispensando sottile noise concettuale.
“Rauspund”, è atto livido, convulsamente esposto.
Polistrumentista tedesco, Edmund Steinberger (sax alto e tenore, clarinetto basso, fluegelhorn, viola, elettronica, percussioni e sound processing), possiede un linguaggio, non fra i più rassicuranti.
Porzioni spesse e pesanti, di free jazz, musica da camera ed elettronica radicale, che si scontrano/emulsionano fra loro, dando forma ad un composto, dai colori forti ed il gusto frollato.
Respirazione circolare ed emissioni liberatorie, scorie ritmiche, pause dubbiose, l'elettronica che deforma e s'insinua nella riflessione del suono.
Un continuo rincorrersi fra macerie/miserie, senza guardarsi intorno, senza sorridere (forse un ghigno...), senza rallentare.
Il tris iniziale.
Countach Scuffles, la sua circolarità cameristica, deforme ed ammiccante.
Guerilla Gardening, gioco di lenta erosione, d'invasione.
Elettronica impalpabile, che rende incubo, il respiro acustico.
Riverberi e camere d'eco, mentre una viola ed un archetto affogano.
Oberkampf, apre al caos cubista.
Fiati che diventano lame arrugginite, percussioni dove il legno par esistere in forma ricordo, ed un grazioso ensemble da camera, che rivendica rabbiosamente il proprio essere.
Lavoro di pesanti sovrapposizioni “Rauspund”, lavoro di visioni in collisione, dove l'acustico, non riesce mai, a sovvertire l'ordine delle cose, e l'elettronica altrettanto.
Frontale, sfiancante, a tratti eccessivo.
“Rauspund” ha a che fare con il concetto di caduta, ed il conseguenziale rialzarsi, e riprendere la corsa.
Faccenda vitale.
E questo lavoro, di vita strapazzata, ne è letteralmente intriso.
Chi ama un noise/jazz, colto ed obliquo, si faccia avanti, potrebbe sorprendersi di non poco.

Aggiunto: July 28th 2009
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Setola Di Maiale Home Page
Hits: 616
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest