Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Dream Weapon Ritual 'Like A Tree Growing Out Of A Sidewalk'

(Ticonzero 2009)

Simon Balestrazzi è post-musicista e bricoleur sonoro, nonché produttore e sound designer.
Monica Serra è attrice e vocalist.
Entrambi fanno parte dei T.A.C. (e qui le orecchie dovrebbero cominciare a drizzarvisi...).
“Like A Tree Growing Out Of A Sidewalk” segna il loro debutto sulla lunga durata, dopo la partecipazione con un brano alla compilation monstre "The Old Europa Café 100-25th Anniversary Box”, che festeggiava la centesima uscita dell'etichetta friulana.
Cinque lunghe improvvisazioni, registrate a cavallo fra Gennaio e Febbraio 2007, sono il materiale sorgente da cui muove “Like A Tree...”.
Piccoli strumenti a corda e fiato, richiami per uccelli, vecchi synth, oggetti sonori laptop e voce.
Dream Weapon Ritual, rispetto a T.A.C., pone maggiormente l'accento sull'aspetto rituale.
E “Like A Tree...”, nasce in effetti, come performance/rituale, avvalendosi del supporto video di Elisabetta Saiu.
Otto tracce avvolte in una copertina non fra le migliori, dove il duo tratta materiali che, se incautamente utilizzati qualche intoppo lo possono pur creare.
Ma l'esperienza di Balestrazzi (fondatore di T.A.C. nel 1981, dell'ensemble dark/cameristico Kino Glaz e, per sette anni, membro di Kirlian Camera), e la duttilità vocale della Serra,evitano a questo lavoro (quasi) ogni pericolo di secca.
A partire dall'enigmatica apertura di Black Forest Myth (connessione lievissima fra drones, vocalizzi fluttuanti e volatili in libero chiacchiericcio aereo), passando per gli aromi mediorientali dell'intensa 23 Visions Of Light Appear o Travelling Without Maps (che piacerebbero agli Zoviet France...), gli oscuri e pagani crepacci di Dead Things Always Come Back (con accenno blues ), o la più marcata Zero Growth (ritmica pneumatica e vocalità azzannante che si stempera in coda devozionale).
“Like A Tree...”, è lavoro, che non si sottrae dal parlar lingua conosciuta, ma, con merito, tenta (e riesce) di rendere accessibili elementi in altre circostanze, assai più urticanti e di routine.
Little Angry Birds sono Virgin Punes statici alle prese con materiali Coil (presenza che appare e scompare spesso in questo lavoro...).
Comfortably Nested, altra area rituale, semplice distesa ed evocativa.
L'unico intoppo si riscontra nella title track, che si avvita suicida su se stessa, con il pilota automatico inserito ed il freno a mano tirato.
Lo sospettavo. Ottimo esordio.

Aggiunto: April 29th 2009
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Ticonzero Home Page
Hits: 749
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest