Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Lost Reality 'What Remains'

(UK Division Records/Andromeda Distribuzioni/Alkemist Fanatix 2008)

Il tempo può rovinare anche le sicurezze più inamovibili della nostra vita, può smantellare i nostri punti fermi e quella minima capacità che abbiamo di sentirci umani.
Questo poetico incipit per sottolineare come i dieci anni di lavoro apparentemente svolti dai Lost Reality (uno dei brani dell'album è comparso nel 1999 su una compilation), non sembrano proprio aver granchè affinato le loro doti musicali. Non che questa sia una critica, in realtà.
La band suona un interessante (dal semplice punto di vista della statistica) misto di elettronica e rock, ciò che normalmente chiameremmo darkwave, quindi una sorta di misto tra Depeche Mode periodo 'Ultra', God Lives Underwater e un minimo di Paradise Lost di qualche anno fa. Niente di particolarmente nuovo, appunto, ma perlomeno abbastanza particolare nell'attuale panorama musicale.
Certo, di sicuro se mi chiedessero se i dieci anni "sono valsi la pena", la risposta sarebbe chiaramente negativa, vista la qualità altelenante dei pezzi: mentre If This is Heaven eccita i sensi e la title track picchia nei modi giusti, Poison Kiss sembra un riciclo di melodie unte e bisunte e Veil Of The Martyr è davvero da dimenticare come tentativo di 'far male'. Il gruppo mischia un po' le carte in tavola a ogni pezzo, a volte spingendo sul 'rock', a volte sull'elettronica, ma non facendo risaltare nè l'uno nè l'altra.
La produzione pure ha qualcosa di strambo, non riesce esattamente a far risaltare i toni giusti: nè quelli caldi e potenti dei bassi nè quelli aspri e spigolosi degli acuti... una via mediana e mediocre.
Purtroppo alla fine 'What Remains' risulta un album con una quantità eccessiva, a discapito della qualità; dodici pezzi son veramente tanti, forse sarebbe stato meglio aspettare di meno e rilasciare subito un EP, anche autoprodotto, con tre/quattro canzoni davvero forti e che colpissero. Così com'è, per me i Lost Reality rimangono sospesi in un limbo adirezionale senza grandi pro o contro.

Aggiunto: March 25th 2009
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Lost Reality Home Page
Hits: 650
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest