Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Michael Fahres 'The Tubes'

(Cold Blue/Fanzines Distribution 2007)

Soundscapes per l'anima.
“The Tubes” è affascinante, prezioso, viaggio acustico che dalle sponde del lago Sevan in Armenia passa per l'isola di El Hierro nell'Atlantico, e trova approdo nella città portoghese di Coimbra.
Compositore minimalista, cacciatore di suoni e luoghi dall'acustica singolare, Michael Fahres, con questo lavoro, traccia le coordinate per un toccante percorso emozionale.
Lavoro sulla geografia acustica e l'interazione fra uomo e ambiente.
L'iniziale Sevan, Parik Nazarian (una delle più popolari cantanti di musica tradizionale armena), che vocalizza commovente, in grossi tubi metallici abbandonati dall'esercito sovietico sulle rive del lago Sevan (Armenia).
The Tubes, le onde dell'Atlantico che s'infrangono in strutture vulcaniche tubolari dell'isola di El Hierro (Canarie), la tromba di Jon Hassell ed il didgeridoo di Mark Atkins a dialogare con l'impassibile ciclicità primitiva dell'Oceano (coadiuvati nel mix finale da Michael Hoenig dei Tangerine Dream).
Coimbra 4, Mundi Theatre, l'epilogo adeguato, il canto e gli strumenti di 1700 fra uomini, donne e bambini, impegnate nella messa in scena del colossale spettacolo, organizzato da Carlos Alberto Augusto e dal compositore canadese R.Murray Schafer.
Voci di bambini, cori sacrali, field recordings, il passato un fiore che si dischiude nel futuro di un luogo immaginario.
Che altro aggiungere?
Troverà consensi entusiasti fra chi ha amato alla follia Alan Lamb, la geografia emozionale di Christophe Charles, l'osservazione in filigrana della realtà condotta da Eric La Casa, Jacob Kirkegaard, Toshiya Tsunoda.
Ma sono riferimenti, che devono poi essere riportati nell'ottica produttiva che anima da sempre Cold Blue Music.
Minimalismo, fluttuante poesia e ricerca acustica.
“The Tubes” è lavoro impregnato di selvaggia seduzione, invocazione sublime (la prima traccia...), ripetizione ciclica stordente (The Tubes), gioia e ricordo fusi in unica struttura (Coimbra 4).
Musica concreta viva e pulsante.
Il respiro di un gigante, captato da una formica.

Aggiunto: January 23rd 2009
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: Fanzines Distribution Home Page
Hits: 506
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest