Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Lorna ‘Waiting Down Things To Say’

(Words On Music 2008)

Molto raffinata risulta la proposta degli inaspettatamente britannici Lorna – www.myspace.com/lornauk combo di Nottingham raccolto attorno ai coniugi Sharon Cohen-Rolfe (cantante, tastierista, percussionista, violinista) e Mark Rolfe (cantante, chitarrista, tastierista, percussionista, clarinettista) – in questo “Waiting Down Things To Say”. Morbide canzoni che trasportano nell’America rurale i Belle & Sebastian più accorati (Look Left) o gli Stereolab (Not In My Lighthouse); i coniugi Rolfe, con l’aiuto del cantante e chitarrista Andy Bullock e del chitarrista (quante sei corde, per la maggior parte acustiche, in questo CD!!), tastierista e flautista Matt Harrison, allestiscono una quieta abitazione sonora persa nelle valli monumentali USA (Think (Let Tomorrow Bee), malinconica ripresa di un brano dei Sebadoh). L’armonica di Jim Broughton è puro West (Monsters Are Forever).
Per altro, l’elettronica non la scordano, i Lorna (in (I Wish I Knew) How To Build A House: ritornano gli Stereolab, notevole il “double-bass” di Tim Harris); su tutto domina un senso elegiaco degno di Neil Young (A Place That We Can Go). Il pezzo migliore è Mostly Good Times, con la sublime “pedal steel” di Mike Fitzsimons a dialogare con gli archi di Tim Middleton, Anna Quinne, Alice Miles, Hannah Edmunds, Sarah Merson/ il flicorno di Dave Machell (e la voce strappalacrime della Cohen-Rolfe).
Eleganti e fuori dalle/al di sopra delle effimere mode albioniche: per informazioni tidings@words-on-music.com

Aggiunto: February 7th 2009
Recensore: Marco Fiori
Voto:
Link Correlati: Words On Music Home Page
Hits: 627
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest