Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Motherstone 'Biolence'

(Autoprodotto 2008)

Dopo il bel demo "Through The Paths Of Insanity", era lecito aspettarsi dai romani Motherstone un bel balzo in avanti nel loro progetto metal, soprattutto alla luce di un'autoproduzione sontuosa come questo nuovo "Biolence".
Non più uno scrauso demo, ma addirittura un concept album, con tanto di custodia pregiata, ottima grafica e insomma... tutto ciò che ci aspetteremmo da una qualsiasi produzione blasonata. In questi anni i cinque hanno perso la vocalist Eliana, sostituita con Vale, che ha un timbro abbastanza simile ma una pronuncia inglese davvero troppo incerta per il tipo di materiale che canta. Comunque, 'Biolence' ci presenta 13 pezzi per più di un'ora (!!!) di... serial killer, sangue, omicidi, terremoti. Tutti i pezzi sono ispirati a fatti accaduti realmente nell'italico suolo, e chi più ne ha più ne metta: Circeo, Novi Ligure, Cogne, Gravina di Puglia e così via.
Insomma, ci troviamo di fronte a un progetto piuttosto ambizioso per essere un primo album autoprodotto, i nostri avranno le carte in regola per riuscire? Beh la risposta non può essere, purtroppo, pienamente positiva. Per quanto musicalmente il misto di death/goth/thrash funzioni egregiamente, per quanto non sia eccessivamente originale; i pezzi a tratti sono costruiti in maniera fin troppo complessa per permettere alla voce maschile e femminile di scorrere via.
Gli scambi tra JJ Mammasasso e Vale a volte sembrano completamente casuali e si fatica a mandarli giù, molto meglio quando sono in solitario. Inoltre gran parte delle canzoni son davvero troppo lunghe, sarebbe stato meglio contenere l'album in una decina di pezzi, magari i più corti e concentrarsi su qualcosa di orecchiabile, o al limite anche qualcosa di più estremo, ma insomma di coerente che possa compensare un sound non troppo originale.
I Motherstone continuano a dimostrarsi competenti ma per il momento non ci hanno ancora stupito veramente. Non smetto di credere in loro comunque e aspetto un seguito!

Aggiunto: August 8th 2008
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Motherstone Home Page
Hits: 565
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest