Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Brainville 3 'Trial By Headline'

(ReR 2008)

Razionale ed irrazionale.
Parte razionale:
Daevid Allen, Hugh Hopper e Chris Cutler, Gong, Soft Machine ed Henry Cow (più mille altre sigle e diecimila progetti solisti...); paura vero?
Frammenti di storia in collisione, cristallizzati durante esibizioni a Berlino, Londra e Tel Aviv.
Registrazioni perfette, interpretazioni sentite e pubblico partecipe (compostissimo).
Potrebbero esser motivazioni più che sufficienti per l'acquisto.
Parte irrazionale:
Preferisco mille volte mille, ogni rutto e latrato emesso dagli Uk Subs, che questo tragico scimmiottare i bei tempi andati.
Loro almeno, altro che latrare non potevano (e possono...) fare.
Passano dal bravo al bravissimo, poi tornano al bravo e rifanno i bravissimi.
Piacevoli, delittuosamente complessi anche nei frangenti apparentemente più lineari, istrionici ed irriducibili.
Che diamine!
Anche se dissimulano, questi tre una bella fetta di storia l'hanno scritta.
Ma è un gelo, un continuo ritornar sui propri passi lungo strade già battute: sorprendimi; sorprendimi se ci riesci...
Allora, persi per persi, ci si ritrova con la luna di traverso a rimembrar di certe pagine maldestre dei Pere Ubu meno azzeccati, ma di quel senso di cataclisma incombente (ma in verità da molto già avvenuto), di quell'afa, opprimente ed appiccicosa, da queste parti nessuna traccia.
Dovrebbero essere in opposizione a se stessi quando (ci) fanno questo, altroché.
Qualcosa pare accadere in verità, ad intermittenza si accende un'astratta forma lisergica, fra fuzz e rullate più marcate, ma non ci siamo, la scintilla non scocca, quel che ti aspettavi (temevi...) di trovare, c'è.
E non è proprio quel che volevi.
Canzoni geniali e sfuggenti, abbracci tentacolari, simulati come scheletrici; più che bravi oramai.
Ultraterreni direi.
E nello spazio dovremmo mandarli.
Per gli amanti del prog di concetto e del Zappa più fesso.

Aggiunto: September 12th 2008
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: ReR Megacorp Home Page
Hits: 787
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest