Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Anla Courtis Seichi Yamamoto Yoshimi ‘Live At Kanadian’

(Public Eyesore 2008)

Sin dallo scioglimento dei Reynols, Anla Courtis non si è fermato un attimo. Facendosene una ragione, presi zaino e strumenti, ha scelto di avviare un esteso tour senza mete precise intorno al globo. I suoi compagni, una chitarra elettrica ‘portatile’, un registratore e l’homemade toba-violin, hanno interagito con diverse ‘tribù’ avant dei quattro continenti. L’ultimo meeting, anticipato da scambi culturali con Lasse Marhaug, Campbell Kneale, Damo Susuki, lo scorge in quel di Osaka insieme a due volti carismatici dell’universo Noi-tzu / Boredoms: Seichi Yamamoto (elettrica e percussioni) e Yoshimi (tastiere, percussioni e stranezze canore). Su quattro improvvisazioni, le prime espongono a rotazione tre possibili duetti (C. + Ya. / C. +Yo. / Ya. +Yo.) serbando come da copione la reunion in trio per l’ultima base. Indefinite eruzioni psichedeliche delle chitarre (Untitled 1); segni di canto messianico cinto dai colori della tradizione popolare orientale e sfumato alla fine da manipolazioni interne ed esterne alla voce (Untitled 2); attenzioni sludge / neo-blues frapposte ai vocalizzi, ora dolorosamente Keiji-ani, ora alterati e protesi a recitare un falsetto irreale, diciamo sintetico. La parte finale è anche la più poliedrica. In partenza è uno scontro tra opposti ritmi – asciutti e artigianali vs rimodulazioni digitali in tempo reale – bloccato nel crescere da difficili scambi d’improvvisata che, perpetuati, finiscono per mutarsi in materia a-amelodica assurda e giocosa. E’ qui che i tre daranno il meglio delle loro ossessioni.
Riuscito.

Aggiunto: August 29th 2008
Recensore: Sergio Eletto
Voto:
Link Correlati: Public Eyesore home page
Hits: 592
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest