Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


AA.VV. Komet +/- vs. Bovine Life 'Reciprocess 01'

Ennesimo colpo messo a segno dalla label francese Bip-Hop che in collaborazione con la tedesca Fallt inaugura una collana destinata a fare il punto della situazione su certa elettronica contemporanea di ricerca. Nel primo prezioso numero della serie si “fronteggiano” due tra gli elettronauti più invischiati nella materia calda del suono digitale di limite: Frank Bretschneider nelle vesti di Komet e Chris Dooks, ex filmaker inglese che col suo progetto Bovine Life vanta un ottimo concept album alle spalle, a testimonianza di una creatività viva e vitale nonostante una terribile neuropatia lo costringa tra le mura della sua casa di Edimburgo gia da qualche anno. Si inizia con i due che si remixano a vicenda in una congestione di dissonanze e incongruenze strutturali, poi prendono il largo i clicks di Komet con quattro tracce fatte di micropunteggiature ritmiche, suoni ultrararefatti e la solita tendenza alla loopizzazione distintiva della cifra stilistica del rimissatore tedesco. Si prosegue di nuovo con un fraseggio tra i due, glitch e dilatazioni subtonali ad alto tasso emozionale, un botta e risposta in quattro fasi, ottima l’intesa. Chiude Bovine Life con un pacchetto di ben sette tracce fatte di visionarie atmosfere cangianti dall’andamento fortemente irregolare dove traspare tutta l’urgenza espressiva del neo compositore inglese preso in eredità dal mondo della celluloide. Stupisce questo primo appuntamento della serie “Reciprocess” sia per la qualità intrinseca del prodotto sia per aver creato un concetto di interazione estremamente funzionale, che mette in evidenza sfaccettature diverse di artisti diversi in situazioni diverse, c’è solo da sperare che le prossime controparti siano all’altezza delle due appena citate.

Aggiunto: October 4th 2002
Recensore: Vittorio Marozzi
Voto:
Link Correlati: Bip-Hop
Hits: 1008
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest