Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Dr.Mint 'Visions And Nightmares'

(pfMENTUM 2008)

Visions And Nightmares e Apocalyptica, sono le due takes impro (complete), registrate dal giovane quintetto west coast nell'Agosto del 2006.
Caleb Dolister, Daniel Rosenboom, Sam Minaie, Alex Noice e Gavin Templeton, (batteria, tromba, basso ed effetti loop, chitarra/sampling e sax); pestano duro dalle parti di un suono fortemente elettrificato.
Due tenebrose cavalcate che, per palese atteggiamento spasmodicamente espresso, vorrebbero apparir come monoliti marmorei di futuribile furia maelstrom/modern/jazz/noise.
Pesanti; ma davvero pesanti.
La partita però, prende una piega inaspettata quando il quintetto (sin da subito in verità...), s'incarta in un suono settanta d'insopportabile vena derivativa.
L'ombra del Davis elettrificato meno efficace si allunga sul tutto, affiora un fastidioso senso di jazz/rock/fusion da Laswell / Wobble visione che; allontana il mio corpo dall'ascolto portandolo repentinamente in zona cucina.
Pur bravissimi i cinque (collaborazioni importanti etc..etc...), non paion però filiazione diretta dei vari Wayne Shorter, Dave Holland, John McLaughlin, Tony Williams o Bill Cobham.
Pesanti rincorse affannose dietro un bus notturno che non vuol saperne di fermarsi.
L'idea è buona (anche se vecchia...), peccato per le luci utilizzate, troppo accese e chiassose nei colori, troppo neon, dove bastan pochi radi tocchi poetici, ci schiattan in corpo assoli torcibudella che mi portan dritto nell'altra stanza nobile della casa.
Una pesantezza.
Dall'iniziale First Light, passando per i duelli all'arma bianca di Fire Flight, è tutto un florilegio di pose che, potranno possedere pure un fascino per chi è in libera uscita dai vari Satriani o Dream Theater di sorta; ma da queste parti siamo abituati a più ruspanti e semplici sapori.
A me, che i God o i Fat, gli Utralyd o gli Abstractions (4 a caso, sostituiteli con chi volete...), siano gruppi prog/fusion; non la dà a bere nessuno.
Carne nuda esposta vs omogeneizzato di vitella.
Il punk e tutto il resto; da queste parti non ci è mai passato.
Per me evitabile, se volete ascoltatelo pure; son affari che non mi riguardano.

Aggiunto: April 17th 2008
Recensore: Marco Carcasig
Voto:
Link Correlati: pfMENTUM Home Page
Hits: 684
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest