Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Regina Mab 'Palle Da Tennis'

(Manzanilla MusicaDischi 2007)

Dopo quattro dischi ed un EP (e la partecipazione a numerose compilation), i Regina Mab, che amano definirsi “troppo vecchi per essere considerati giovani promesse” ma “troppo giovani e poco noti per potersi definire artisti affermati”, approdano a questo reading acustico che è “Palle Da Tennis”. Lo spettacolo, riproposto in un CD edito dalla Manzanilla MusicaDischi, è incentrato sulle figure di alcuni nomi storici del tennis anni ’20, campioni del calibro di Lacoste, Tilden, Lenglen e così via, e sulle loro vicende personali, spesso incredibili, curiose, singolari.
Musicalmente parlando, non è che ci sia poi molto da dire: le composizioni (tutti originali di Manzini, cantante e voce recitante della band, con le sole eccezioni di Boum di Charles Trenet, The Man I Love di George e Ira Gershwin e Time di Tom Waits) si basano su una strumentazione rigorosamente acustica (ottimo il lavoro dei due chitarristi, Tonin e Giuliani) e su arpeggi raffinati e trame sonore di ascendenza folk. Il principale motivo di interesse dell’LP è costituito dalle storie, raccontate con semplicità, passione, ironia ed un pizzico di poesia, evitando i “pistolotti morali” sul tennis come metafora della vita ed altre banalità del genere ed ottimamente interpretate dal recitato/cantato espressivo di Manzini.
Un lavoro a tratti imperfetto, magari, ma indubbiamente interessante, che riesce nell’impresa di non annoiare, nonostante la predominanza della parola sul resto.

Aggiunto: February 7th 2008
Recensore: Marco Loprete
Voto:
Link Correlati: Regina Mab Home Page
Hits: 1391
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest