Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Betularia ‘La stanza di ardesia’

(Suoni sommersi/Mondo studio 2007)

Questi livorenesi provano a farsi spazio nell’ambito dell’indie rock intellettualoide nostrano, riuscendoci a metà. Questo loro esordio, infatti, pecca di presunzione, dato che alla lunga risulta ridondante e non proprio messo a fuoco. Se come punti di riferimento i toscani hanno C.S.I. e Marlene Kuntz, oltre al post punk, dall’altro non si capisce quale sia la loro direzione. Sono ancora molto acerbi e forse questo giudizio può risultare affrettato, ma il cd non ingrana, né ha mordente, con l’aggravante di risultare ridondante. Peccato, perché questo quintetto, che sembra avere molte possibilità, ha perso la sua prima chance, avendo avuto anche la supervisione di Gianni Maroccolo. Non buttiamolo tutto via, perché quando i Betularia si rendono evocativi sono abbastanza efficaci ed avvolgenti (Una notte fioca lume) oppure se si impegnano con il noise, riescono a rendere efficacemente deviata Ferro vecchio. Restiamo fiduciosi che possano correggere il tiro.

Aggiunto: January 31st 2008
Recensore: Vittorio Lanutti
Voto:
Link Correlati: Sito Betularia
Hits: 795
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest