Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Mark Knopfler 'Kill To Get Crimson'

(Mercury Records 2007)

La carriera solista di Mark Knopfler, storico leader dei Dire Straits, una delle formazioni di punta del rock britannico degli ultimi trent’anni, ha sempre tendenzialmente prediletto l’esplorazione di territori musicali tipicamente americani. Era così in dischi come "Sailing To Philadelphia", "The Ragpicker’s Dream" (probabilmente il suo capolavoro), "Shangri-la" e "All The Roadrunning", registrato in collaborazione con una delle regine del country americano, Emmylou Harris.
Con quest’ultima opera, "Kill To Get Crimson", il grande chitarrista e songwriter inglese ha prodotto un disco folk dal sapore marcatamente british. Basta ascoltare tracce come le splendide The Scaffolder’s Wife, Heart Full Of Holes, Secondary Walz, Madame Geneva e In The Sky, arrangiate prevalentemente per chitarra acustica, flauto, sassofono e clarinetto (Chris White, già negli ultimi Dire Straits), accordion (Ian Lowthian) e violino (John McCusker).
Del passato rock del nostro rimane traccia solo in Punish The Monkey; ma anche qui le acrobazie chitarristiche sono ridotte ai minimi termini: l’impressione è che, col passare degli anni, Knopfler, pur non perdendo il suo leggendario ed originalissimo tocco, si sia concentrato più sullo scrivere canzoni che non sulla dimostrazione di abilità tecnica – del resto, ne ha ancora bisogno?
Nel complesso, dunque, "Kill To Get Crimson" è un ottimo disco, che, nonostante qualche momento non propriamente entusiasmante, aggiunge al repertorio dell’artista alcune autentiche perle.

Aggiunto: October 9th 2007
Recensore: Marco Loprete
Voto:
Link Correlati: Mark Knopfler Home Page
Hits: 733
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest