Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Edenshade 'The Lesson Betrayed'

(Autoprodotto/Alkemist Fanatix Europe 2005)

Il nuovo disco dei marchigiani Edenshade, già un nome di discreta fama nella scena metal italiana, è uno di quei prodotti che ti lascia un po' sconcertato.
Questo perché musicalmente siamo di fronti a un lavoro di quelli coi fiocchi, e non solo in quanto a produzione, tremendamente pulita e potente curata dalla band con l'aiuto di Stefano Wosz, ma proprio in quanto a fraseggi tastiera/chitarra e come armonie (basta sentire gli ultimi due minuti della splendida Contemplate).
"The Lesson Betrayed" segue un copione tutto suo, spesso ritornando sulle stesse parole ripetute a mò di mantra ("sometimes we choose to close our eyes"), e ogni tanto infilando qualche momento in italiano, che francamente ho trovato leggermente fuori posto.
In sostanza i cinque marchigiani suonano un metal con diverse influenze, dal death al progressive, ma in sostanza finiscono spesso in territorio palesemente "nu". Quindi, dov'è il busillis che ho preannunciato sin dall'inizio?
E' presto detto, la struttura delle canzoni fa sembrare gran parte dei ritornelli come intermezzi tra un assolo e l'altro, cosa che non dovrebbe certo essere. Insomma, uno non vede l'ora che smettano di cantare e ci diano giù con qualche bella cavalcata strumentale... direi che non va bene. D'accordo due anime che convivono in un disco, però insomma, ognuna a modo suo.
Sia chiaro, non per tutti i pezzi è così, stranamente sono quelli a muso duro che si lasciano ascoltare meglio (As Water, per esempio), rispetto invece a momenti nu-metal che davvero stonano se messi a confronto con quanto la band può fare.
"The Lesson Betrayed" non è affatto un brutto disco, preso complessivamente, ma sicuramente non metterà d'accordo i fan di death/prog e di nu, chi si accontenterà invece...

Aggiunto: October 19th 2007
Recensore: Damiano Gerli
Voto:
Link Correlati: Homepage band
Hits: 810
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest