Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Bill Brovold and Larval 'Surviving Death / Alive Why?'

(Cuneiform Records 2007)

Post-rock da Detroit per la band di Bill Brovold. Dal 95 il combo ci va giù di brutto con lineup mutanti all'insegna della sperimentazione post-progressive: un miscuglio tra Morphine, Godspeed You! Black Emperor, Sonic Youth, Henry Cow e King Crimson. Dopo essere stati notati da John Zorn (che nel 2000 ha pubblicato anche il disco solista di Brovold su Tzadik), negli ultimi anni i loro lavori sono stati pubblicati da Michael Dorf, patron della Knitting Factory e dalla Cuneiform. Per chi non conoscesse Brovold, basta dire che ha suonato nel circuito off di New York, collaborando come chitarrista nel Rhys Chatham Ensemble, suonando con Tom Waits, Medeski Martin e Wood e Björk, tanto per fare qualche nome. Uno che sa cosa vuol dire comporre.

Descrivere il percorso sonoro della band è impresa interessante e nel contempo ardua, dato che le loro sonorità si situano sempre ai confini della sperimentazione avant-jazz e inevitabilmente post-all. Il primo disco (Surviving Death) richiama le atmosfere sinfoniche dei combo Constellation (vedi la title track), passando per minimalismi dei più classici Tortoise (Going Somewhere Else), intimismi acid-folk (la bellissima piano-ballad The Hospital Visit), reminiscenze metal wave visionarie che riportano in luce le parabole dei Primus (The 300-Pound Nurse) o escursioni nel funk-jazz (Funk=sex2).

Il secondo CD (Alive Why?) testimonia varie performance dal vivo registrate dal 99 al 2000. In nuovi Dirty Three? Staremo a vedere. Consigliato a tutti quelli che erano stanchi di non poter comprare un nuovo album dei June of 44. Classe assicurata.

Contatti:
joyce@cuneiformrecords.com

Aggiunto: November 23rd 2007
Recensore: marco braggion
Voto:
Link Correlati: Sito etichetta
Hits: 852
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest