Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


Ann Millikan ‘The Music Of Ann Millikan’

(Innova 2007)

Il linguaggio di Ann Millikan, è un personale crogiolo compositivo dove, si vengono ad incontrare, influenze etniche (Sud America, Africa), spunti jazz, tensioni avanguardiste che flirtano con un'elettronica meditabonda; silenzi e visione.
Attitudine da camera mancante di una parete, colori idealmente sempre accesi, possiede la visione appunto.
Quella peculiare capacità di evocare, di materializzare spazi dalla temporalità incerta (la notevole Red Migration che si muove chiaroscurale fra disorientamento e scarti di gioia improvvisa; l'incantevole incastro fra piano e violino).
Una ricerca costante che la porta ad inglobare nel suo porsi, Morton Feldman e Milton Nascimento, Morton Subotnick e l'alba sonnacchiosa, etilica, post serata indiavolata di ballo popolare sotto il cielo stellato.
Eseguite e composte da/per il California EAR Unit (ensemble di Los Angeles dedito alla performance e promozione di nuova musica contemporanea), gli otto segmenti espressivi proposti in questa occasione, coprono un lasso temporale che va dal 1999 al 2005, ognuno di questi, caratterizzato da inserti destabilizzanti che, con leggera semplicità; eludono abilmente il senso di noia riscontrabile in analoghe operazioni di genere.
La stasi/tensione contemplativa su più livelli di The Woodcarver E The Blacksmith, l'inflessione da frontiera polverosa impressa dalle corde, quel sottile rimando al Jimmy Garrison Coltraniano, il jazz/rock pulsante finale, ispirato a Sherlock Holmes (!), la strumentazione elettronicamente alterata che si lascia andare ad una nuova, futura, ipotesi sghemba.
Tira aria libera nella testa di Ann!
Colorata, impetuosa e personale.
Altra nuova, intrigante proposta da parte di casa Innova.
Ottimo.

Aggiunto: August 19th 2007
Recensore: Marco Carcasi
Voto:
Link Correlati: www.innova.mu
Hits: 1391
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest