Create an account Home  ·  Serial  ·  Recensioni  ·  Forum  

Main

. Home
. Ricerca
. Recensioni
. Serial
. Archivio Articoli
. Links

Interfaccia

· Faq
· Feedback
· Lista Connessi
· Consigliaci

Categorie Articoli

· Tutte le Categorie
· 21° Secolo
· Concerti
· Cristalli
· Dvd & Vhs
· Editoriali
· Eventi
· Fanzine Italiane
· Inchiostro
· Interviste
· Labels
· Letture
· March(e)ingegno
· Metropolis
· Monografie
· Note a margine
· Perle Ai Porci
· Teenage Kicks
· Transasia
· Visioni

Informazioni Ed Invio Materiale

Potete inviare:
promo, riviste, demo, fanzine, nastri, scritti, ecc. al seguente indirizzo:

Kathodik
Via Giuliozzi, 15
Postal Code 62100
Macerata
Italy

·Mail


At Swim Two Birds 'Returning To The Scene Of The Crime…'

(Green Ufos 2007)

Un “ritorno sulla scena del crimine” per Roger Quigley, misconosciuto songwriter americano attivo da quasi un decennio prima con il progetto Montgolfier Brothers (coadiuvato da Mark Tranmer), poi con alcune opere da solista e, attualmente, dietro la sigla At Swim Two Birds, qui usata per la seconda volta (il disco precedente, del 2003, prendeva il titolo di "Quigley’s Point"). Un ritorno sulla scena del crimine, come suggerisce il titolo stesso del disco, perchè il qui presente LP recupera alcuni brani sinth-pop editi verso la fine degli anni ’90 nei dischi dei Montgolfier Brothers, riarrangiati però in chiave acustica.
Il risultato è un lavoro composto di delicate e malinconiche ballad alt-pop di ascendenza folk, in cui brilla soprattutto la lunga meditazione in crescendo di In Bed With Your Best Friend (che, se non per musica ed arrangiamento, almeno per desolazione emotiva ricorda certe cose dei primi Red House Painters), la malinconica Digglings Fits, in cui piano e chitarra dialogano sul supporto offerto dalla batteria elettronica, la sussurrata The Smell Of Suntan Oil On Your Skin e Down By The Stream, tanto delicata quanto sofferta; o ancora il bel giro di chitarra di My Luck Is Turning, il pop orchestrale sognante e forse appena un po’ languido di Wine Destroys The Memory, che non sfigurerebbe affatto in bocca ad un Morrissey e la conclusiva Some Kind Of Loving, che almeno ritmicamente è la più vivace del lotto.
Dall’ascolto dei brani, insomma, emerge come Quigley, eroe disilluso e malinconico, sia in fondo un altro figlioccio di Cohen, Drake e Kozaleck, piuttosto che del sinth-pop. Giocate su una strumentazione scarna, prevalentemente acustica, ed una interpretazione affidata ad un registro baritonale fragile e profondo al tempo stesso, le composizioni di Quigley sono l’ideale colonna sonora della sconfitta, della meditazione malinconica, della disperazione composta. Se avete perso le precedenti opere di questo grande piccolo artigiano della canzone d’autore, non fatevi scappare "Returning To The Scene Of Crime…": non ne rimarrete delusi.

Aggiunto: July 16th 2007
Recensore: Marco Loprete
Voto:
Link Correlati: At Swim Two Birds MySpace Page
Hits: 712
Lingua: italian

  

[ Torna Indice Recensioni ]
 
Privacy Policy

Web site powered by PHP-Nuke
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest